LINEE GUIDA DELLA CALL FOR IDEAS

EX SEMINARIO SAN MASSIMO
Dal luogo delle vocazioni alla vocazione del luogo.

1. ORGANIZZATORE
L’organizzatore del concorso è la Diocesi di Verona, Ente ecclesiastico con personalità giuridica riconosciuta per Decreto del Ministro dell’Interno del 20/10/1986 n. 363, con sede in Verona, Piazza Vescovado n.7.

2. OBIETTIVI ED AMBITI DEL CONCORSO DI IDEE
L’iniziativa (di seguito “Concorso”) ha lo scopo di individuare le migliori idee e proposte per avviare un percorso di riqualificazione e di valorizzazione dell’area dell’ex Seminario San Massimo di Verona, di proprietà del Seminario Vescovile, ente ecclesiastico della Diocesi di Verona, e in parte della stessa Diocesi.

Il sito delle dimensioni di circa 17 ettari è collocato nel quadrante ovest della città di Verona, nei pressi del quartiere San Massimo. Tradizionalmente concepito come una grande struttura monofunzionale, è organizzato in un complesso di edifici caratterizzati da una forte autonomia e separazione rispetto all’intorno. >> leggi di più

3. DURATA
La partecipazione al Concorso sarà possibile dal 1 dicembre 2023 fino alle ore 11.59 della mattina del 27 marzo 2024.

4. PARTECIPAZIONE
Il Concorso è aperto a coloro che vorranno condividere la loro idea progettuale per la rigenerazione dell’area dell’ex Seminario San Massimo.

Possono partecipare al Concorso scuole, università, istituti di formazione e di ricerca, imprese, consorzi, organizzazioni varie, enti pubblici e privati, associazioni, purché si tratti di soggetti formalmente costituiti e aventi natura giuridica. >> leggi di più

5. ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL CONCORSO
La partecipazione alla presente iniziativa comporta l’accettazione del presente regolamento.

6. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione avverrà tramite la compilazione del form sul sito https://exseminariosanmassimo.org/partecipa/ e sarà possibile a partire dal 1 dicembre 2023 fino alle ore 11.59 della mattina del 27 marzo 2024 con la compilazione della documentazione di seguito descritta. >> leggi di più

7. PREMI
I vincitori riceveranno i seguenti premi:

Il primo classificato: Euro 25.000,00 (venticinquemila)
Il secondo classificato: Euro 15.000,00 (quindicimila)
Il terzo classificato: Euro 10.000,00 (diecimila)

Il montepremi complessivo ammonta ad Euro 50.000,00 (cinquantamila).

I premi, offerti dall’ente sostenitore Fondazione San Zeno, verranno erogati dall’organizzatore in una unica soluzione entro tre mesi dalla proclamazione degli esiti del Concorso. Sono da ritenersi comprensivi degli oneri previdenziali, fiscali (eventuale IVA compresa) e di altri eventuali contributi che resteranno quindi a carico dell’organizzazione vincitrice. Nel caso in cui risultasse vincente un’idea progettuale presentata da un Gruppo, sarà considerato vincitore l’intero Gruppo; il premio sarà erogato al Capofila e verrà distribuito da quest’ultimo sulla base degli accordi presi all’interno del Gruppo stesso, senza coinvolgimento alcuno dell’organizzatore fermo restando quanto sopra indicato con riferimento a oneri e contributi.

8. GIURIA
Le idee progettuali saranno valutate da un’autorevole giuria con ampia esperienza multidisciplinare.
La giuria sarà composta dai seguenti membri:
PRESIDENTE:

  • Mons. Domenico Pompili, Vescovo della Diocesi di Verona

COMPONENTI:

  • Don Luca Albertini, Rettore del Seminario Vescovile
  • Arch. Giacomo Borella, Architetto e cofondatore dello studio Albori
  • Dott.ssa Ilaria Borletti Buitoni, Vicepresidente del Fondo per l’Ambiente Italiano
  • Prof.ssa Alessia de Biase, Antropologa, docente presso l’Ècole Nationale Supérieure d’Architecture de Paris
  • Prof. Marco Morganti, Senior Advisor per Impact – Intesa San Paolo
  • Dott. Sandro Veronesi, Presidente di Fondazione San Zeno e del Gruppo Calzedonia

La giuria prenderà in considerazione, per la valutazione dei progetti, i seguenti criteri:

  • Qualità della soluzione proposta e rispondenza agli obiettivi e temi dell’iniziativa (40%);
  • Grado di innovazione, originalità e peculiarità del progetto (30%);
  • Fattiibilità e sostenibilità ambientale, sociale, economica (20%);
  • Capacità di rappresentazione e descrizione del progetto, chiarezza espositiva dei contenuti (10%).

I Partecipanti ed i Gruppi non potranno, in nessun caso, rendere pubblica la propria idea progettuale prima del giudizio della giuria, previsto entro il 30/06/2024.
La giuria selezionerà anche un pari numero di Idee Progettuali in qualità di riserva nel caso in cui non fosse possibile assegnare il premio ad un vincitore.
I lavori della Commissione si concluderanno indicativamente nel mese di maggio 2024 con una graduatoria che selezionerà le tre idee vincitrici.
Il giudizio della giuria sarà insindacabile e definitivo.

Sono escluse dalla partecipazione le organizzazioni i cui consiglieri, amministratori, presidenti risultino familiari o parenti dei membri della giuria, dell’ente promotore del progetto e dei soggetti che lo patrocinano.

Le idee progettuali ritenute non idonee o non conformi al regolamento saranno escluse della partecipazione.

I vincitori riceveranno avviso dell’avvenuta vincita tramite email all’indirizzo fornito in fase di registrazione.
Nel caso di partecipazioni in Gruppo la notifica verrà inviata a tutti i membri del Gruppo ai relativi indirizzi email forniti in fase di iscrizione.

I vincitori del premio riceveranno tramite email e/o telefono tutte le modalità operative per ottenere la consegna del premio.
Il premio maturerà a favore dei vincitori nel momento in cui gli stessi risponderanno inviando l’accettazione del premio, accompagnata da tutte le informazioni richieste per la corretta assegnazione della vincita.

I partecipanti all’iniziativa dichiarano e garantiscono che l’idea progettuale e la sua rappresentazione sono di loro ideazione, inedite e sviluppate espressamente per il presente Concorso. L’organizzatore è pertanto esonerato da ogni responsabilità per eventuali contestazioni circa l’originalità e la paternità dell’opera o diritti di privativa da parte di terzi su di essa.

Con la partecipazione al Concorso tutti i partecipanti concedono a titolo gratuito all’organizzatore il diritto esclusivo di pubblicazione, distribuzione, riproduzione anche parziale, divulgazione con qualsiasi mezzo e canale, in forma assolutamente gratuita, senza limiti territoriali o temporali delle idee progettuali con autorizzazione al loro utilizzo (materiale fotografico, immagini digitali, elaborati di progetto) senza esigerne alcuna rivendicazione come diritto d’autore. L’organizzatore acquisirà la proprietà materiale e intellettuale delle idee progettuali presentate dai partecipanti al Concorso e risultate vincitrici.

L’organizzatore potrà utilizzare tutti i materiali presentati dai partecipanti al Concorso (a titolo esemplificativo ma non esaustivo disegni, relazioni, immagini) al fine di promuovere l’iniziativa o in ogni caso per finalità di comunicazione con ogni mezzo cartaceo o telematico anche attraverso i social media, senza che questo implichi alcuna pretesa di carattere economico o di altro tipo da parte dei partecipanti alla presente call.

Per la gestione della partecipazione all’iniziativa, verranno raccolti e trattati i dati personali indicati nell’apposito modulo di registrazione; il conferimento di tali dati è obbligatorio per prendere parte al Concorso di Idee (l’esecuzione delle cui obbligazioni costituisce la base giuridica del trattamento). Il titolare del trattamento è la Diocesi di Verona, con sede legale in Piazza Vescovado, n. 7 – 37121 Italia (VR) telefono
045/8083711. Il Titolare del trattamento ha provveduto a nominare il Data Protection Officer (D.P.O.), contattabile all’indirizzo e-mail: dpo.diocesiverona@pec.chiesacattolica.it . I dati raccolti verranno conservati per tutta la durata dell’iniziativa e non verranno trasferiti al di fuori dell’Unione Europea.

Ai dati avranno accesso: i) il personale della Diocesi incaricato della gestione dell’iniziativa in qualità di Incaricato del trattamento dei dati; ii) fornitori e consulenti della Diocesi, in qualità di Responsabili del Trattamento dei dati. I dati non verranno diffusi.

Ciascun partecipante all’iniziativa, contattando la Diocesi, può esercitare – in relazione ai propri dati personali – i diritti previsti dal Regolamento UE 2016/679 GDPR e, nello specifico:
a) diritto di rettifica;
b) diritto di cancellazione;
c) diritto di limitazione di trattamento nelle ipotesi previste dall’art. 18 GDPR;
d) diritto di accesso;
e) diritto alla portabilità.

Inoltre, ciascun partecipante ha il diritto di presentare un reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali qualora ritenga sia stata violata la normativa a tutela dei dati personali. La richiesta di esercizio dei diritti può essere presentata, contattando il Titolare o il D.P.O., a mezzo e-mail o a mezzo pec o raccomandata a/r con oggetto: “richiesta da parte dell’interessato”; si richiede di specificare il diritto che si intende esercitare (cancellazione, rettifica, accesso, limitazione di trattamento, portabilità), unitamente ad un valido indirizzo di posta elettronica o posta elettronica certificata al quale recapitare il riscontro.

La partecipazione a questa iniziativa è gratuita.
Il servizio di caricamento online dei materiali sarà attivo fino alle ore 11.59 della mattina del giorno 27 Marzo 2024.

L’organizzatore non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi problema di accesso, impedimento, disfunzione o difficoltà riguardante gli strumenti tecnici, il computer, i cavi, l’elettronica, il software e l’hardware, la trasmissione e la connessione, la linea telefonica, il collegamento Internet che possa impedire l’utente di accedere al sito WEB per compilare il questionario, etc.

Coloro che secondo giudizio insindacabile dell’organizzatore o di terze parti incaricate dallo stesso, risultino partecipare con mezzi e strumenti in grado di eludere il sistema, o comunque giudicati in maniera sospetta, fraudolenta, o in violazione del normale svolgimento dell’iniziativa, saranno esclusi dall’iniziativa.

I vincitori saranno responsabili del versamento di tutte le imposte dovute in relazione al premio.Il premio è da considerarsi comprensivo degli oneri e dei contributi che ciascuna organizzazione, a seconda del regime cui è assoggettata, sarà chiamata a versare. In caso sia necessario applicare una ritenuta, l’importo versato sarà al netto della stessa.

L’organizzatore o le società incaricate alla gestione dell’iniziativa, si riservano il diritto di procedere, nei termini giudicati più opportuni, e nel rispetto delle leggi vigenti, per limitare e inibire ogni iniziativa volta ad aggirare il sistema ideato.

Per qualsiasi contestazione farà fede il regolamento.